The Holy See
back up
Search
riga

PELLEGRINAGGIO IN INDIA

MESSAGGI DI RINGRAZIAMENTO DI PAOLO VI

Sabato, 5 dicembre 1964

   

Al Cardinale Vicario di Roma

Al Signor Cardinale
Clemente Micara
Nostro Vicario Generale,
Roma

Nostro saluto beneaugurante et Nostro pensiero affettuoso si dirigono con sentimenti di immensa gioia et gratitudine ai dilettissimi figli della diocesi di Roma, che a Noi hanno offerto nel ritorno da1 Nostro viaggio eucaristico e missionario in India, un cosi devoto ed esultante omaggio. Ripensando con intima commozione al trionfo di amore di Gesù Eucaristico nelle radiose giornate che attorno al suo Altare hanno adunato imponenti assemblee in unanime adorazione, vogliamo interpretare il significato profondo della acclamante accoglienza, a Noi riservata dal Clero e dal Popolo Romano come eco fedele et continuazione vibrante di quelle solenni manifestazioni religiose svoltesi con edificante pietà nel celebrato Congresso Eucaristico Internazionale di Bombay. Ci è caro esprimere vivissima riconoscenza per le preghiere elevate in tutte le chiese dell’Urbe, per le oblazioni di sollecita carità e per le varie iniziative di solidale partecipazione con cui la Nostra amatissima diocesi ha voluto farsi presente con slancio generoso e pio al Nostro pellegrinaggio. La spirituale esaltazione che abbiamo potuto rilevare con ineffabile gaudio nel ritorno alla Sede Apostolica, come infonde nel Nostro animo conforto e fiducia, così possa alimentare sempre in tutti i cuori il desiderio di una vissuta testimonianza cristiana e l’impegno ad operare per la diffusione del Messaggio Evangelico nel mondo. Mentre con fervida preghiera invochiamo copiosi doni della assistenza e predilezione divina, inviamo di gran cuore a Lei, Venerato Signor Cardinale, al Cardinale Pro Vicario, a Monsignore Vicegerente, ai Vescovi Ausiliari, al Clero ed ai fedeli tutti di Roma una particolare Benedizione Apostolica

 PAULUS PP. VI


 

Al Presidente del Consiglio dei Ministri d’Italia

A Sua Eccellenza Onorevole Aldo Moro,
Presidente Consiglio Ministri.
Roma.

Nobili espressioni di Vostra Eccellenza nel porgere a Noi con tratto di delicata premura il benvenuto al ritorno dal Nostro viaggio missionario in India Ci rendono solleciti di ripetere la profonda considerazione con cui le abbiamo accolte e ne serbiamo grata memoria. Manifestiamo altresì sincera riconoscenza alle distinte Autorità Governative ed ai componenti la Missione Italiana, apprezzando vivamente loro intervento ed ossequio. Nel deferente omaggio reso alla Nostra umile persona amiamo ravvisare una testimonianza dei sentimenti di adesione e di esultanza che hanno salutato ed accompagnato il Nostro pellegrinaggio di pace e di amore al Congresso Eucaristico Internazionale di Bombay. Con animo benedicente e ricordo commosso offriamo in fervido ricambio voti augurali di prosperità per loro persone e famiglie, invocando ogni desiderato conforto della assistenza divina.

PAULUS PP. VI

 


 

Al Sindaco dell’Urbe

Al Dottor Amerigo Petrucci,
Sindaco di Roma.

Vogliamo con rinnovata espressione di grato apprezzamento corrispondere al deferente e cordiale benvenuto che con nobili accenti Ella, onorevole signor Sindaco, anche in nome della Magistratura civica, delle Autorità e della cittadinanza di Roma, ha rivolto a Noi nel ritorno dal Nostro pellegrinaggio in India, ove la fausta celebrazione del Congresso Eucaristico Internazionale di Bombay ha richiamato la Nostra presenza per una religiosa testimonianza a Cristo Signore, Re di pace e di amore di tutti i popoli. E desideriamo dire quale profondo sentimento di gioia commossa Ci ha pervaso l’animo nell’accogliere il festoso e riverente omaggio del popolo romano a Noi carissimo. Così Roma cattolica ha voluto ancora una volta attestare la consapevolezza di un privilegio esaltante, quello di essere il centro della cattolica unità, ed ha riconfermato la sua fervida e generosa adesione alla Cattedra di Pietro nelle universali sollecitudini per la più estesa diffusione del divino messaggio evangelico. Noi ringraziamo di tutto cuore e nella fiducia che questo memorabile avvenimento sia per Roma auspicio promettente di nuove spirituali e civili fortune impartiamo come pegno del Nostro paterno affetto ed in propiziazione dei continui favori celesti una speciale Benedizione Apostolica.

PAULUS PP. VI

 

top