The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI PAOLO VI AI COMPONENTI
IL COMITATO DEL CENTRO ANGLICANO DI ROMA

Mercoledì, 5 ottobre 1966

 

Accogliamo sempre con piacere e con rispetto i Visitatori che vengono dalla Gran Bretagna e che Ci portano, con la loro presenza, il ricordo della Chiesa Anglicana e Ci fanno sentire quale spirituale vicinanza ad essa Ci leghi e quale speranza di perfetta comunione con essa Noi dobbiamo alimentare nel cuore. Con maggiore piacere e maggiore riverenza accogliamo la vostra visita, venerati ed illustri Signori, che venite a Roma e da Noi non come viaggiatori d’occasione e passeggeri, ma venite per fare stazione nella nostra Urbe e con l’intenzione di accrescere i rapporti di mutua conoscenza e di spirituale conversazione.

Voi venite per stabilire a Roma un centro che possa servire a fare meglio conoscere la Chiesa Anglicana, e rispettivamente che possa fare meglio conoscere la Chiesa Cattolica Romana. È questo il primo passo dell’ecumenismo pratico: conoscersi; conoscersi reciprocamente. Le distanze che ci separano ancora devono essere superate da questo primo avvicinamento: la conoscenza vicendevole. Una conoscenza senza pregiudizi, animata da riverenza, desiderosa di scoprire non tanto ciò che ci separa, ma ciò che ci unisce; una conoscenza che toglie le diffidenze e che apre le vie per qualche successivo avvicinamento. Possiamo forse coniare una formula: conoscenza che prepara l’amore; amore che conduce all’unione. Sarà così? Noi lo speriamo, e ne esprimiamo anche in questa occasione il lieto augurio, affidandolo al Signore che vede nei cuori e che guida coloro che sinceramente vogliono cercarlo e servirlo.

Mentre perciò vi ringraziamo di codesta visita, tanto gentile e tanto significativa, tutti vi salutiamo e nel nome di Cristo vi benediciamo. Vi preghiamo anche di far giungere a Sua Grazia il Dr. Ramsey, Arcivescovo capo della Comunione anglicana e di Canterbury, il Nostro sempre memore e devotissimo saluto.

* * *

Dearly beloved Brothers in Christ,

We are honoured by your visit, and we notice that its occasion is the solemn inauguration of the Anglican Centre in Rome, which will take place this afternoon.

With particular pleasure do We note among you some of the venerable prelates who represented the Church of England at the Sessions of the Second Vatican Ecumenical Council. As We said last December, your departure produced a sort of loneliness around Us. We would like to have you with Us always, and hence We are most grateful for this new visit.

We also remarked, on that occasion, that the great problem of reunion has to be studied in depth, and that the time for doing this had come. May the Anglican Centre in Rome make an oustanding and vital contribution to this high purpose; and may God abundantly bless you, your dear ones, and all your efforts for unity in Christ Our Lord!

                                                    

top