The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DEL SANTO PADRE PAOLO VI
AI DIRETTORI NAZIONALI DELLE PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE

Venerdì, 15 maggio 1970

 

Siamo assai lieti di soffermarci in mezzo a voi, cari e benemeriti Direttori Nazionali delle Pontificie Opere Missionarie. Se la mattinata non fosse oggi così piena, avremmo desiderato prolungare la gioia di questo incontro, che si rinnova ogni anno, per sentire i frutti del vostro lavoro, per dirvi tutto il conforto che ci procurate, per incoraggiarvi alla perseveranza e alla dedizione alla santa causa. Altre Udienze purtroppo urgono: ma non abbiamo tuttavia voluto privare Noi e voi di questa reciproca consolazione.
«Gaudium meum et corona mea!» (Phil. 4, 1), vogliamo dirvi con piena effusione di affetto e di riconoscenza. Voi siete i Nostri collaboratori - e quanto zelanti, quanto insostituibili, quanto necessari! – e come tali vi consideriamo, e teniamo per voi un posto particolare nel Nostro cuore. Con la vostra saggezza ed esperienza, voi date alle Pontificie Opere Missionarie il valido appoggio, di cui esse abbisognano per aiutare e continuare e incrementare quell’azione gigantesca, che la Chiesa è chiamata a svolgere nel mondo intero, per la diffusione del Vangelo, per il progresso dei popoli, per la pace nel mondo.

Non dobbiamo certo ripetere a voi quanto grande e divina sia quest’opera, e quale armonia di collaborazione e vastità di mezzi essa richieda, né ricordare con quale sollecitudine questa Sede Apostolica segua l’attività e lo sviluppo delle «sue» Opere Missionarie. Documenti antichi e recenti, anche da parte di Noi stessi, stanno a testimoniare questa premura, con precise norme che debbono essere seguite per il coordinamento dell’azione missionaria della Chiesa pur nel dovuto rispetto dell’azione delle singole Chiese, che, specialmente dopo il Concilio, e in armonia con l’impulso da esso impresso all’opera dei Vescovi, dei sacerdoti e dei laici, offrono uno spettacolo consolantissimo con la fioritura magnifica di iniziative varie e generose, prese su tutti i fronti della comunità diocesana, e sostenute con grande zelo apostolico e con ammirevole spirito di sacrificio.
Ma queste iniziative particolari, nel seno stesso delle singole diocesi, mentre ne sviluppano il senso missionario e di corresponsabilità nella diffusione del messaggio evangelico, non che far dimenticare, debbono incrementare appunto la «sollicitudo omnium Ecclesiarum» (2 Cor. 11, 28): e questa è garantita e promossa dalla Santa Sede, che sola, attraverso la capillare organizzazione missionaria che fa capo all’apposito e benemerito Dicastero per la Evangelizzazione dei Popoli, può convogliare gli aiuti ricevuti verso le necessità di tutto il mondo, in particolare delle zone più povere e più dimenticate.

A voi, carissimi Direttori Nazionali, spetta l’onere e l’onore di tener sveglia nei vostri singoli Paesi questa consapevolezza, di saper contemperare le giuste e lodevoli iniziative locali con le più ampie esigenze della Chiesa una santa cattolica e apostolica, di infondere instancabilmente in tutti gli strati dell’opinione pubblica, e in particolar modo nelle parrocchie e nelle organizzazioni di apostolato laicale, quel «sensus Ecclesiae», che, unico, può conservarle immuni da ogni particolarismo e alimentare costantemente la fiamma della generosità consapevole e gioiosa, in un ampio respiro che abbracci tutte le Missioni e ne prenda sempre più a cuore le sorti, affidate alla buona volontà, allo zelo, allo spirito di iniziativa dei «figli della luce».
Vi conforti nel vostro lavoro il sapere che il Papa vi segue e vi incoraggia, e prega per voi e per le difficoltà che incontrate; e in pegno di questa benevolenza, siamo lieti di impartire a voi e a tutti i vostri collaboratori sul piano nazionale, diocesano e parrocchiale, la Nostra Benedizione Apostolica, che estendiamo al Signor Cardinale Gregorio Pietro Agagianian, Prefetto della S. Congregazione per 1’Evangelizzazione dei Popoli, a Mons. Sergio Pignedoli, Segretario, e a tutti i componenti di quella Sacra Congregazione, tanto benemerita della diffusione del Regno di Cristo.

            

top