The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DEL SANTO PADRE PAOLO VI
AI PARTECIPANTI AL CONVEGNO NAZIONALE
DELL’ASSOCIAZIONE CRISTIANA ARTIGIANI ITALIANI

Lunedì, 5 ottobre 1970 

 

Dobbiamo il piacere di questo incontro all’Associazione Cristiana Artigiani Italiani che, traendo motivo dal 50° anniversario della Nostra Ordinazione Sacerdotale, ha avuto il delicato pensiero di promuovere una manifestazione di omaggio alla Nostra umile persona, accompagnandola con l’offerta di arredi liturgici, prodotti dall’artigianato italiano, da destinare alle chiese che sorgono nei nuovi quartieri popolari e nelle terre di Missione.
Sono stati invitati a partecipare a così gentile e da Noi tanto apprezzata iniziativa, e vi hanno aderito con entusiasmo, i dirigenti e soci dell’anzidetta Organizzazione; le Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura; le Commissioni Provinciali per l’Artigianato; le Casse Mutue Artigiane; le Confederazioni sindacali artigiane; gli Enti che operano nel settore artigiano.
Figli carissimi! Vi apriamo il cuore e le braccia al più affettuoso e beneaugurante saluto, e vi ringraziamo della consolazione che ci procura la vostra presenza, come vi esprimiamo la Nostra sincera riconoscenza per i doni molteplici che avete voluto recarci e che sono segno tangibile della vostra sensibilità, della vostra generosità e della vostra devozione.

Desideriamo anche esprimervi il Nostro compiacimento per la rinnovata professione di fedeltà a Cristo e alla Chiesa, che voi volete mantenere con propositi che tanto vi fanno onore. Noi vi incoraggiamo con tutto il cuore: anche dai luoghi di lavoro, ove l’uomo dona il meglio di sé, deve salire a Dio l’inno dell’amore, attraverso l’attività accettata come strumento di collaborazione alla divina opera creatrice, come mezzo di purificazione e di ascesi per la fatica quotidiana ch’essa comporta, e come vincolo di solidarietà verso i fratelli e la società.
Sappiate, cari e valorosi artigiani, che il Papa vi segue nel vostro lavoro quotidiano, condivide le vostre legittime aspirazioni per prepararvi un avvenire sempre più sicuro e sereno, e conforta le vostre interiori disposizioni. Vorremmo che la Nostra voce giungesse, con voi, a tutti gli artigiani d’Italia, per attestare loro la sollecitudine assidua della Chiesa in favore della loro continua elevazione religiosa, morale e professionale. Ci è gradita l’occasione per rinnovare i Nostri voti per l’azione dell’Associazione Cristiana Artigiani Italiani, che promuove l’affermazione dei principi sociali cristiani nella vita, negli ordinamenti, nella legislazione artigiana; che intende realizzare il progresso economico e sociale dell’artigianato in una visione armonica e generale di tutta la complessa realtà socio-economica della comunità nazionale; che persegue i suoi nobili scopi di elevazione religiosa, morale, tecnica e sociale degli artigiani attraverso lo studio approfondito dei problemi ed esigenze, la formazione, l’assistenza capillare e competente.

Vorremmo, inoltre, che il ricordo dell’odierno incontro – suggerito dalla ricorrenza del Nostro Giubileo Sacerdotale – rimanesse impresso in ciascuno di voi, a conforto nel vostro impegno di uomini, di lavoratori, di cristiani. Abbiate viva la consapevolezza di questa triplice vocazione, che vi definisce nella vostra più sacra dignità. Da voi, artigiani cristiani, la Chiesa si aspetta la volonterosa e fedele applicazione dei principi della sua dottrina sociale, la quale esalta, come nessun’altra, la dignità della persona umana dei lavoratori, la loro grandezza davanti a Dio e al mondo. Da voi, artigiani cristiani, la stessa società attende un valido contributo per il proprio continuo progresso nell’ordine e nella giustizia, per il conseguimento del vero benessere individuale e collettivo.
Possa la protezione di Dio assistere le vostre persone, le vostre famiglie, le vostre attività; possa alimentare tra voi una sempre più intensa e fattiva unione; possa conservare ed accrescere nell’esercizio degno e responsabile della vostra professione quelle virtù morali e civili che le conferiscono prestigio; possa la protezione di Dio tener acceso nei vostri cuori il senso religioso della vita.
Con questi fervidi voti, che si accompagnano ai Nostri sentimenti di benevolenza e di gratitudine, scenda su di voi e sulle vostre dilette famiglie, sulla vostra Associazione e sull’intera categoria degli artigiani italiani, sulle Autorità e su quanti sono presenti a questo incontro, la Nostra propiziatrice Benedizione Apostolica.

                            

top