The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DEL SANTO PADRE PAOLO VI
ALLE PARTECIPANTI AL VII CAPITOLO GENERALE
DELL’UNIONE S. CATERINA DA SIENA
DELLE MISSIONARIE DELLA SCUOLA

Mercoledì, 1° settembre 1976

 

Al termine della pubblica Udienza abbiamo voluto riservare a voi, figlie carissime dell’Unione S. Caterina da Siena delle Missionarie della Scuola, un incontro del tutto particolare non soltanto per soddisfare al desiderio che ci avete di recente manifestato, ma per dirvi, altresì, la stima e la fiducia con cui guardiamo alla vostra attività didattico-religiosa, nel ricordo della benemerita Fondatrice che fu da noi ben conosciuta, la Madre Luigia Tincani.

Siete ora riunite per celebrare il Capitolo Generale, e sappiamo che questi giorni sono stati e sono assai importanti per la vita dell’Istituto e densi di impegni e propositi. Avete già provveduto alla elezione della nuova Superiora, e più gradita ci riesce l’odierna visita, perché ci dà occasione di porgere personalmente a lei i nostri auguri per l’adempimento efficace, sapiente, stimolante della funzione, alla quale è stata chiamata. Consentite, però, che il nostro pensiero ritorni ancora alla figura di colei che prima volle ed animò la vostra Unione, e di cui ci fu dato di seguire fin dall’inizio la linea d’un apostolato modernamente concepito ed attuato. In tal modo, voti e ricordi si fondono insieme e si prestano ad una paterna esortazione che rivolgiamo a ciascuna di voi. Non è, infatti, esaurito l’ideale che fu dapprima vagheggiato e poi arditamente realizzato dalla compianta Madre Tincani; la visione, anzi, delle accresciute necessità della Scuola, la molteplicità dei fermenti non sempre e non tutti positivi che in essa affiorano, rendono ancora più urgente una qualificata presenza cattolica nel suo ambito tanto delicato. Non può, dunque, considerarsi la vostra opera semplice continuazione di quanto fu fatto in passato; ma deve, piuttosto, acquistare ulteriore e netto sviluppo in ragione delle stesse difficoltà e tradursi, all’occorrenza, in iniziative originali e geniali, ispirate ai canoni della pedagogia cristiana e, soprattutto, ai contenuti della dottrina evangelica.

Vi sia di conforto nel quotidiano lavoro la Benedizione Apostolica, che impartiamo a voi qui presenti ed a tutte le vostre Consorelle.

                       

top