The Holy See Search
back
riga

 

Il Collegio Cardinalizio

Cenni biografici

[Aggiornamento: 23.06.2012]

 


Avviso: i cenni biografici sono soltanto uno strumento di lavoro ad uso giornalistico.


 

OKOGIE Card. Anthony Olubunmi

© AP Photo/Pier Paolo Cito

 

 

Il Cardinale Anthony Olubunmi Okogie, Arcivescovo emerito di Lagos (Nigeria), è nato a Lagos il 16 giugno 1936, primogenito di Michael Ohigbom Okogie e di Lucy Adunni, principessa Yoruba.

Nel 1951 è stato ammesso al «St. Gregory's College», gestito dai Padri della Società delle Missioni Africane. Dal Seminario minore di Ibadan è passato al Seminario maggiore Ss. Peter and Paul di Ibadan (allora vi erano solo due Seminari maggiori nel Paese, mentre ora sono dieci). Nel 1963, è stato mandato a Roma per completare gli studi presso la Pontificia Università Urbaniana. Tra i suoi colleghi di studio vi è stato anche Felix Alaba Job, attuale Arcivescovo di Ibadan.

Ritornati in Nigeria insieme verso la fine del 1966, entrambi hanno ricevuto l'ordinazione sacerdotale l’11 dicembre di quello stesso anno. Nel giorno dell’ordinazione sacerdotale di Okogie, ricevuta dall'Arcivescovo John Kwao Aggey, sua sorella, suor Mary Peter delle Suore del Cuore Eucaristico di Gesù, ha fatto la sua prima professione di voti.

Don Okogie e il suo amico, don Felix Job, sono ritornati a Roma per completare gli studi di Teologia Sacra e prepararsi per il dottorato. Invece, dopo aver preso la licenza, sono stati richiamati in tutta fretta in Nigeria. La prima destinazione per don Okogie è stata la «Holy Cross Cathedral», quindi è stato reclutato come cappellano nell'esercito nigeriano.

Ritornato a Lagos, è stato nuovamente inviato nella «Holy Cross Cathedral», trovandovi come amministratore il Padre T.J. Moran, che era stato il suo rettore al «St. Gregory's College».

Il 5 giugno 1971 è stato nominato Vescovo titolare di Mascula e ausiliare di Oyo, diocesi che si trova a nord di Lagos, prevalentemente musulmana, che è stata evangelizzata dai Missionari d'Africa (Padri Bianchi). Il 29 agosto 1971, a Osogbo, il Vescovo Owen Mc Coy lo ha ordinato Vescovo e gli ha impartito anche gli ultimi insegnamenti della sua formazione.

Sette mesi dopo, il 13 marzo 1972, con la morte improvvisa dell'Arcivescovo di Lagos, Mons. John Aggey, gli è stato chiesto di trasferirsi a Lagos come Ausiliare e, dopo qualche mese, il 13 aprile 1973, Papa Paolo VI lo ha nominato Arcivescovo. È stato il primo nigeriano a ricoprire questa carica. Il 17 giugno 1973 ha preso possesso dell'Arcidiocesi.

Il suo stemma episcopale reca il motto «Fede, carità, coraggio», e la gente lo identifica prontamente con queste qualità. La Chiesa cattolica a Lagos, che all'inizio degli anni 1860 è stata edificata su una comunità di discendenti di ex schiavi ritornati dal Brasile, ora conta due milioni di fedeli, su una popolazione di oltre dieci milioni di persone.

Come guida di questa Chiesa particolare per quasi quarant'anni, nella maggior parte dei quali Lagos è stata anche la capitale del Paese, il Card. Okogie è divenuto un personaggio di grande rilievo: viene rispettato in tutti i settori della comunità ed intrattiene buoni rapporti con le guide musulmane e con le altre Chiese cristiane. Sin dall'inizio egli ha svolto un ruolo importante della Christian Association of Nigeria, di cui il defunto Cardinale Dominic Ekandem è stato tra i fondatori. Tuttavia, il ruolo in cui l'Arcivescovo di Lagos è stato più conosciuto è quello di Pastore. Risiede in una casa semplice di fianco all'imponente Cattedrale a Lagos Island, dove è sempre stato a disposizione di chiunque si volesse rivolgere a lui.

È stato Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici della Nigeria dal 1994 al 2000.  È stato membro del Consiglio di Cardinali per lo studio dei problemi organizzativi ed economici della Santa Sede.

Arcivescovo emerito di Lagos, dal 25 maggio 2012.

Dal B. Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 ottobre 2003, del Titolo della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo a Mostacciano.

È Membro:

  • della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli; 

  • del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali. 


Ritorno a:

- Elenco dei Cardinali in ordine alfabetico
- Statistiche

- Indice Sala Stampa della Santa Sede
 
[Francese, Inglese, Italiano, Portoghese, Spagnolo, Tedesco]

 

top