The Holy See Search
back
riga

 

Il Collegio Cardinalizio

Cenni biografici

[Aggiornamento: 04.05.2010]

 


Avviso: i cenni biografici sono soltanto uno strumento di lavoro ad uso giornalistico e sono esclusivamente a disposizione dei giornalisti accreditati.


 

POGGI Card. Luigi

© www.catholicpressphoto.com/Gregorz Galazka

 

 

Il Cardinale Luigi Poggi, Archivista e Bibliotecario emerito di Santa Romana Chiesa, nasce a Piacenza il 25 novembre 1917. Compiuti gli studi ecclesiastici al Collegio «Alberoni» di Piacenza, viene ordinato sacerdote il 28 luglio 1940.

Dopo aver svolto per qualche mese il ministero sacerdotale, come vice parroco, nella parrocchia di San Francesco in Piacenza, viene inviato a Roma e nel mese di luglio 1944 consegue la laurea «in utroque iure».

A Roma svolge il ministero festivo nella parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio e poi per altri due anni nella chiesetta di Valcannuta presso il Pontificio Collegio Brasiliano.

Nel biennio 1944-1946 segue i corsi di formazione diplomatica alla Pontificia Accademia Ecclesiastica. In quegli anni svolge il ministero nella parrocchia di San Salvatore in Lauro e, più tardi, nel «Collegium Tarsicii» eretto nella chiesa di Santa Lucia di via Monte Brianzo.

Nel 1945 inizia il lavoro presso la Prima Sezione della Segreteria di Stato (l'attuale Seconda Sezione - Rapporti con gli Stati). Dal 1947 al 1950 si occupa dell'assistenza spirituale dei detenuti del carcere romano di «Regina Coeli».

Nella primavera 1963 ha una missione presso il governo della Repubblica Tunisina e a Tunisi comincia i negoziati per arrivare ad un «modus vivendi» tra Santa Sede ed il governo tunisino circa la situazione giuridica della Chiesa Cattolica in Tunisia. Il «modus vivendi» viene firmato nella primavera del 1964.

Il 3 aprile 1965 è nominato Arcivescovo titolare di Forontoniana (il 9 maggio dello stesso anno riceve l'ordinazione episcopale) e Delegato Apostolico per l'Africa Centrale (Cameroun, Ciad, Congo-Brazzaville, Gabon e Repubblica Centroafricana) con sede a Yaoundé. Negli anni seguenti vengono stabilite relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e il Cameroun, il Gabon e la Repubblica Centroafricana.

Nel maggio 1969 viene nominato Nunzio Apostolico in Perù dove rimane fino all'agosto 1973, quando viene richiamato a Roma con la qualifica di Nunzio Apostolico con incarichi speciali e con la missioni di avere contatti con i governi di Polonia, Ungheria, Cecoslovacchia, Romania e Bulgaria per migliorare la situazione della Chiesa Cattolica in quei paesi.

Nel luglio 1974 vengono istituzionalizzati i rapporti tra la Santa Sede ed il governo polacco e Monsignor Luigi Poggi viene nominato Capo della Delegazione della Santa Sede per i contatti permanenti di lavoro con il governo della Polonia.

Il 19 aprile 1986 è nominato Nunzio Apostolico in Italia. Per decisione del Santo Padre, da quella data anche la Nunziatura Apostolica in Italia è stata incaricata - come lo sono le altre Rappresentanze Pontificie - di studiare le pratiche relative alla preparazione dei processi informativi sui possibili candidati alla dignità episcopale e le proposte relative alle provviste vescovili in Italia. Analogamente, anche lo svolgimento delle pratiche concernenti le proposte per l'eventuale erezione, unione o modificazione dei confini delle diocesi italiane sono diventate di pertinenza della Nunziatura Apostolica a Roma.

Nel maggio 1990 e nel luglio successivo celebra, rispettivamente, il venticinquesimo di episcopato ed il cinquantesimo di sacerdozio.

Il 9 aprile 1992 Giovanni Paolo II lo nomina Pro-Archivista e Pro-Bibliotecario di Santa Romana Chiesa.

Il 29 novembre 1994 viene nominato Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, restando nell’incarico fino al marzo 1998.

Da Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 26 novembre 1994, del Titolo di San Lorenzo in Minerva (già della Diaconia di S. Maria in Domnica).

Il Cardinale Luigi Poggi è deceduto il 4 maggio 2010.

 

Ritorno a:

- Elenco dei Cardinali in ordine alfabetico
- Statistiche

- Indice Sala Stampa della Santa Sede
 
[Francese, Inglese, Italiano, Portoghese, Spagnolo, Tedesco]

 

top