The Holy See
back up
Search
riga

LETTERA DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI
AL CARDINALE JEAN-LOUIS TAURAN, IN OCCASIONE DELLA PUBBLICAZIONE DEL MENOLOGIO DI BASILIO II
 

 

Al Signor Cardinale Jean-Louis Tauran
Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa

Ho appreso con interesse della collaborazione instaurata fra la Biblioteca Apostolica Vaticana e la Chiesa ortodossa di Grecia per la pubblicazione del "Menologio di Basilio II", il cui manoscritto è conservato nella Biblioteca Apostolica Vaticana, e le sarei grato se potesse vegliare sul buon andamento delle diverse fasi di questo progetto.

Poiché parteciperà all'incontro di Atene dove avrà luogo la prima presentazione ufficiale del "facsimile" del manoscritto, la incarico di esprimere a Sua Beatitudine Christodoulos, Arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, i miei sentimenti cordiali e fraterni e la mia piena soddisfazione per questo importante evento, frutto delle relazioni nuove intessute dopo l'indimenticabile visita del mio venerato predecessore Sua Santità Giovanni Paolo II ad Atene, in occasione del suo pellegrinaggio giubilare sulle orme dell'Apostolo san Paolo. Mi rallegro vivamente nel constatare che una cooperazione più attiva si sta sviluppando sempre più fra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa di Grecia.

In questa occasione, le chiedo di trasmettere a Sua Beatitudine Christodoulos la gioia che proverei nell'accoglierlo a Roma, al fine di mostrare insieme che una nuova tappa è stata raggiunta lungo questo cammino di riconciliazione e di cooperazione. Le chiedo di esprimergli il mio vivo desiderio di sviluppare con maggiore intensità rapporti fiduciosi e fraterni fra noi, al fine di operare insieme nei numerosi cantieri dell'evangelizzazione:  potremo in particolare aiutare con maggiore forza le nazioni europee a riaffermare le loro radici cristiane, al fine di ritrovarvi la linfa nutriente e feconda, per il loro futuro, per il bene delle persone e dell'intera società. Sarà un modo di annunciare insieme la Buona Novella di Cristo al mondo contemporaneo, che ne ha tanto bisogno. Così risponderemo sempre più all'ardente desiderio espresso dal Signore stesso:  "Perché tutti siano una sola cosa!" (Gv 17, 21), fino al giorno benedetto in cui, quando Dio vorrà e sotto la guida premurosa dello Spirito Santo, potremo celebrare la piena comunione ritrovata.

Le chiedo inoltre di salutare cordialmente a nome mio i Membri del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa di Grecia, e anche i miei fratelli Vescovi della Chiesa cattolica, Sua Eccellenza il signor Presidente della Repubblica di Grecia e le altre personalità riunite per questa circostanza.

Con questi sentimenti di fiducia e di speranza, le formulo i miei cordiali auguri per il pieno successo della sua missione. Invocando sulla sua persona la benevola intercessione della Madre di Dio, le imparto, signor Cardinale, una particolare e affettuosa Benedizione Apostolica.

Dal Vaticano, 27 ottobre 2005.

BENEDETTO XVI

 

© Copyright 2005 - Libreria Editrice Vaticana

 

top