The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità di Tutti i Santi
Mercoledì, 1° novembre
1989

 

1. È giunto il momento della recita dell’Angelus. Ci rivolgiamo oggi a Maria, “Regina di tutti i Santi”, con l’animo pieno di gioia per il dono che, in questa solennità, Dio ha fatto alla sua Chiesa, concedendole il conforto di proclamare santi due vigorosi testimoni delle beatitudini, e di iscrivere nell’albo dei beati, durante la celebrazione del vespro di ieri sera, un sacerdote parroco e pastore di anime.

Ci rallegriamo con la Vergine santissima constatando che anche questi insigni modelli di virtù cristiane furono animati da una fervida devozione verso di lei.

2. San Gaspare Bertoni svolse il suo apostolato tra i giovani avvalendosi dell’opera di animatori, raccolti nella “Coorte mariana”, e propose ad ogni categoria di fedeli, quali patroni e modelli, i “santi sposi” Maria e Giuseppe, a tutti additando come via sicura verso la santità l’imitazione delle loro virtù.

San Riccardo Pampuri ebbe fin dalla più tenera età una speciale devozione a Maria, “nostra Madre celeste”, com’egli amava designarla. Chi lo conobbe ricorda che, nelle feste mariane, lo si vedeva tutto giulivo nel volto, al punto da comunicare la sua gioia anche ai malati.

Il beato Giuseppe Baldo, parroco e fondatore della congregazione delle piccole figlie di san Giuseppe, pastore d’anime meraviglioso per la pietà, la tempestività degli insegnamenti e delle opere sociali, attento catechista della sua gente di ogni età e condizione, attuò giorno per giorno il suo programma di santificazione col fermo proposito di avere “Dio nella mente e nel cuore, Gesù Cristo come modello, Maria come aiuto”.

3. Carissimi fratelli e sorelle, davanti a questi insigni testimoni della perfezione evangelica tutti dobbiamo sentirci personalmente interpellati a rispondere con generosità alla universale vocazione alla santità, ciascuno nel proprio stato ed ufficio (cf. Lumen Gentium, cap. V).

Saluto con affetto i fedeli della diocesi di Verona, che vede oggi ben due suoi figli esaltati e proposti alla imitazione dei cristiani. Auspico che questi nuovi modelli di autenticità cristiana trovino nella attuale comunità veronese validi continuatori del loro amore a Cristo e del loro servizio alla Chiesa.

Saluto con gioia anche i fratelli dell’Ordine Ospedaliero di san Giovanni di Dio, e mi unisco alla loro giusta esultanza per la canonizzazione di un confratello in questo anno centenario del loro fondatore. Un santo contemporaneo, che alcuni dei presenti hanno conosciuto personalmente e che si presenta oggi alla vostra comunità come modello di quella sollecitudine verso il malato e il sofferente, che già insegnava e praticava san Giovanni di Dio. Raccogliete, cari fatebenefratelli, questo esempio di fedeltà al carisma che vi è proprio, nella consapevolezza di quanto esso sia oggi importante per attestare l’amore di Cristo verso gli umili e verso le vittime di ogni sorta di malattia.

Un saluto speciale rivolgo ai militari qui presenti, ed in particolare ai reparti della sanità, che vedono in san Riccardo un loro amico, che li ha preceduti come modello di un servizio alla patria, santificato mediante la carità e la fede.

Ai fedeli di lingua francese

JE SALUE très cordialement les pèlerins de langue française qui ont pris part à la cérémonie de canonisation et ceux qui viennent à ce rendez-vous dominical. Que votre présence à Rome soit pour vous, chers amis, une occasion de mieux percevoir la dimension universelle de l’Eglise! Je vous souhaite una bonne fête de la Toussaint et vous bénis de grand cœur, vous et tous les vôtres.

Ai pellegrini di espressione inglese

MY CORDIAL GREETINGS go to the various groups of Englishspeaking pilgrims who have taken part in this canonization ceremony. Dear friends: I pray that your presence in Rome will be for each one of you an occasion to experience more vividly the universal dimension of the Church. May all the saints of heaven, whom we honour today on this solemn feast, protect and guide you always. To you and your loved ones at home I gladly impart my Apostolic Blessing.

Ai gruppi di lingua tedesca  

SEHR HERZLICH GRÜßE ich auch die zahlreichen Pilger deutscher Sprache: besonders diejenigen, die eigens zur Heiligsprechung von Frater Riccardo Pampuri nach Rom gekommen sind. Der neue Heilige, ein Zeitgenosse von uns, wird uns von der Kirche heute als Vorbild vor Augen gestellt. Als Arzt und Ordensmann ist er ein wahrhaft” barmherziger Bruder “für alle geworden, die körperliche Krankheiten oder seelisches Leid zu tragen hatten. In ihnen begegnete und diente er letztlich Christus selbst. Folgen wir seinem Beispiel: Lieben auch wir unesren Nächsten mit der gleichen Liebe, mit der wir Christus, mit der wir Gott lieben. Dazu ermutige und helfe uns der hl. Riccardo Pampuri mit seinem Beispiel und seiner Fürsprache beim Herrn!

Ai pellegrini di espressione spagnola  

SALUDO AHORA con particular afecto a todas las personas venidas de España, así como de otros Países de lengua española, para participar en la solemne ceremonia de Canonización de esta mañana.

Al elevar al honor de los altares a estos dos nuevos Santos, la Iglesia desea presentarlos como modelos eximios de encendido amor a Cristo y de entrega sin límites al prójimo.

Hoy es una día de gran gozo para la Orden Hospitalaria de San Juan de Dios, que ve proclamado Santo a uno de sus hijos predilectos. Me uno espiritualmente a la alegría de los miembros de esta Familia religiosa, a quienes aliento a perseverar en su abnegado testimonio de caridad a los enfermos y a los más abandonados.

A ellos, así como a las personas, familias y grupos españoles aquí presentes imparto de corazón la Bendición Apostólica.

 

© Copyright 1989 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top