Index   Back Top Print

[ DE  - EN  - ES  - FR  - IT  - PT ]

GIOVANNI PAOLO II

UDIENZA GENERALE

Mercoledì, 23 febbraio 2000

Saluto tutti i pellegrini di lingua italiana. In particolare, rivolgo un cordiale pensiero ai fedeli dell'Arcidiocesi di Taranto, venuti in pellegrinaggio a Roma insieme con l'Arcivescovo, Mons. Benigno Luigi Papa. Carissimi, vi ringrazio di cuore per la vostra gradita visita ed auspico che il pellegrinaggio giubilare vi offra la provvidenziale occasione per rinsaldare la vostra adesione a Cristo e per rinnovare i vostri generosi propositi di testimonianza evangelica.

Saluto, poi, i partecipanti all'annuale convegno dei Vescovi amici del Movimento dei Focolari, presso il "Centro Mariapoli" di Castelgandolfo. Venerati e cari Fratelli nell'Episcopato, nel corso del vostro incontro un posto privilegiato occupa la riflessione sulla preghiera di Gesù nell'ultima Cena "affinché tutti siano una cosa sola" (Gv 17,21). Fedeli alla spiritualità dell'unità ed attraverso un costante scambio di esperienze, proseguite nella vostra missione di costruttori di comunione all'interno delle Conferenze episcopali, in seno al presbiterio e nelle comunità diocesane. Mentre auguro ogni buon esito alla vostra riunione, accompagno i miei voti con la preghiera al Signore ed a Maria, Madre dell'unità.

Saluto anche gli allievi della Scuola di Polizia di Alessandria ed il gruppo di sacerdoti dell'Opera Romana Pellegrinaggi, ringraziandoli per la loro partecipazione.

Saluto, infine, i giovani, gli ammalati e gli sposi novelli. Carissimi, siete sempre i benvenuti. Il Papa ha nel suo cuore un posto speciale per voi. A tutti rivolgo il mio affettuoso saluto, che accompagno con una speciale benedizione per ciascuno di voi e per le persone a voi care.


Saluti

I extend a special greeting to the Pontifical Academy of Social Sciences, meeting in Rome during these days. I thank you for the dedication with which you put your knowledge and experience at the service of the Holy See in your important field of investigation. I greet the Deacons from the Archdiocese of Southwark, the ecumenical groups from Great Britain and Sweden, and the pilgrims from Hong Kong and Taiwan. I warmly welcome the many Diocesan and parish pilgrimages from the United States of America and from Ireland. As we reflect on the example of Abraham during this Jubilee Year, let us seek to grow in faith and acceptance of God’s saving initiative in our lives. I invoke Almighty God’s blessings upon you and your families.

Je salue cordialement les pèlerins de langue française, notamment les séminaristes de Nancy, les jeunes de Toulouse et les confirmands de Reims. Qu’ils marchent toujours sur les traces du Christ ! À tous, j’accorde volontiers la Bénédiction apostolique.

Liebe Pilger und Besucher aus den Ländern deutscher Sprache!

Ich begrüße Euch sehr herzlich zu dieser Generalaudienz. Gern heiße ich Euch beim Grab des heiligen Petrus willkommen. Im gemeinsamen Blick auf Gott möge unsere Gemeinschaft untereinander wachsen und auch die Einheit mit allen, die an ihn glauben.

Euch und Euren Lieben daheim sowie allen, die mit uns verbunden sind, erteile ich den Apostolischen Segen.

Saludo con afecto a los peregrinos de lengua española, especialmente a los grupos de las Diócesis de Huelva y Santander, de Xirivella, San Juan de Alfarache y Sabiñánigo en España, así como los venidos de Argentina, México y otros países latinoamericanos. Que vuestra visita Roma en este año jubilar os toque el corazón, impulsando la conversión sincera y fortaleciendo la fe, de modo que volváis a vuestras familias y comunidades llevando el gozo de la gracia de Dios, junto con mi paterna bendición.

Traduzione italiana del saluto in lingua croata

Saluto di cuore i pellegrini croati qui presenti e imparto loro la Benedizione Apostolica.

Siano lodati Gesù e Maria!

Traduzione italiana del saluto in lingua slovacca

Saluto con affetto il gruppo dei pellegrini slovacchi provenienti da Trnava, Detvianska Huta, Látky, Banská Bystrica e Zázrivá.

Cari Fratelli e Sorelle, ieri abbiano celebrato la festa della Cattedra di san Pietro apostolo.

Vi auguro che la visita alla tomba di San Pietro vi sia di stimolo per un sempre più generoso impegno di testimonianza cristiana nella vostra Patria.

Di cuore imparto la Benedizione Apostolica a voi ed ai vostri cari.

Sia lodato Gesù Cristo!

Traduzione italiana del saluto in lingua slovena

Saluto voi pellegrini di Šmartno pri Litiji in Slovenia, che desiderate con la visita delle Porte Sante a Roma professare la vostra fede e rinnovare il personale impegno apostolico. Con questo desiderio Vi imparto la mia Benedizione Apostolica.

* * *

Mi recherò ora, nell’Aula Paolo VI, ove presiederò una celebrazione liturgica nel ricordo del Patriarca Abramo, nostro padre nella fede. Sarà questa la prima tappa di quel pellegrinaggio ad alcuni luoghi legati alla storia della salvezza che proseguirò domani partendo per l’Egitto e per il Monte Sinai.

Piazza San Pietro è collegata mediante la televisione con l’Aula Paolo VI: chi vorrà restare potrà seguire attraverso i maxi-schermi posti sulla Piazza quanto si svolgerà nella vicina Aula, e mettersi così spiritualmente in cammino “sulle orme di Abramo”. Potrà in tal modo rivivere il momento iniziale di quella “storia della salvezza” che raggiunse il suo culmine quando, nella pienezza dei tempi, il Figlio di Dio nacque dalla Vergine Maria. La vicenda di Abramo ha un’importanza fondamentale per i credenti di ogni epoca, e quindi anche per noi che guardiamo a lui come a un modello di incondizionata sottomissione al volere di Dio.

 

© Copyright 2000 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana